Zampe di gallina

Che cosa sono le zampe di gallina?

Con il curioso nome di "zampe di gallina" sono definite quelle rughe che tendono a comparire nella zona del contorno occhi, accentuandosi quando gli stessi occhi vengono socchiusi (si parla a tal proposito di rughe d'espressione). Questa parte del viso è caratterizzata da uno strato più sottile di pelle e, in quanto tale, risulta più delicata.

Quali sono le cause delle zampe di gallina?

In primo luogo è la tensione della zona oculare a provocare le zampe di gallina. È difficile accorgersene, ma un'abitudine diffusa è quella di aprire e chiudere gli occhi per cercare di vedere meglio; un gesto apparentemente innocuo che, in realtà, ha le sue conseguenze. Queste rughe possono essere provocate da un fegato debilitato da cattiva alimentazione (eccessivo consumo di grassi, ricorso frequente ad alimenti raffinati e pieni di conservanti), fumo, alcol ed emozioni negative. Alla base delle zampe da gallina, soprattutto nelle persone che hanno già compiuto i 40 anni d'età, è una percentuale più bassa di silicio. A tale minerale, infatti, è assegnato un compito fondamentale: contribuire alla formazione di tessuto cutaneo (oltre a capelli, ossa e unghie).

Quali sono i rimedi per le zampe di gallina?

Se hai iniziato a intravedere i primi segni tipici delle zampe di gallina potresti adottare dei semplici rimedi. Innanzitutto, ricordati di rinfrescare gli occhi con acqua fredda più volte nell'arco della giornata, riattivando la circolazione della zona oculare. È utile anche effettuare delicati massaggi, iniziando dalla zona delle sopracciglia: esercita una leggera pressione con le dita, disegnando massaggi circolari e seguendo le sopracciglia stesse. Scendi lentamente, quindi risali verso il punto di partenza. Una tecnica di rilassamento efficace, nota come "palming", consiste nel riscaldare il palmo delle mani sfregando le mani tra loro, appoggiandole poi per qualche minuto sugli occhi chiusi. Qualora la causa delle zampe di gallina sia il fegato debilitato, cerca di aumentare la quantità di frutta e verdura, cereali integrali, semi, frutta secca e legumi. Abituati anche a bere infusi a base di dente di leone, carciofo o cardo mariano. Applicare quotidianamente olio di argan o olio di rosa mosqueta, appena alzati e prima di coricarsi, renderà la pelle meno secca. Potrai anche aggiungere qualche goccia di olio essenziale di geranio, un vero toccasana per rigenerare la pelle.

Quando rivolgersi al medico?

Sebbene si tratti di un inestetismo estetico, un consulto può rendersi opportuno quando la situazione, sottovalutata nelle fasi iniziali, ha portato alla formazione di zampe di gallina molto evidenti. Qualora si intenda porre rimedio con iniezioni di botulino o di acido ialuronico mettersi nelle mani di un medico esperto è fondamentale. Per procedure meno invasive, invece, potrai sentire il parere di un dermatologo.

Quali buone abitudini adottare?

Meglio ridurre l'esposizione al sole, concentrandola alle prime ore della mattina o a quelle serali, in quanto i raggi potrebbero accentuare le rughe; e ricordati di indossare gli occhiali da sole. Non sottovalutare l'importanza del riposo. Dormire per 8 ore a notte darà modo alla pelle di rigenerarsi grazie al microcircolo. Fumi? Proprio le sigarette rappresentano uno dei principali nemici della pelle, rendendola grigia e ruvida. Ultimo consiglio: bere molta acqua manterrà la tua pelle fresca e idratata.