Stitichezza

Che cosa è la stitichezza?

La stitichezza è dovuta a una lunga permanenza delle feci nell'intestino, che tende a riassorbirne i liquidi, tanto che diventano dure e difficili da evacuare.

Quali sono le cause della stitichezza?

La stitichezza può essere causata da una dieta carente di fibre e ricca di grassi animali, scarsa idratazione, eccesso di alcol e caffeina. Può verificarsi anche quando si ignora lo stimolo di andare in bagno, quando si è sotto stress, se si hanno patologie come depressione e ansia, sindrome dell'intestino irritabile o ernia addominale Spesso è favorita dall'assunzione di antispasmodici, diuretici e antidolorifici.

Stitichezza cronica

La stitichezza è cronica se perdura per lunghi periodi e la frequenza delle evacuazioni è inferiore a tre alla settimana. Si può riconoscere da alcuni sintomi: sensazione di pesantezza, senso di evacuazione incompleta, gonfiore addominale.

Stitichezza occasionale

Se la difficoltà a espellere le feci non ha un carattere continuativo, allora si tratta di stitichezza di tipo occasionale. Spesso è dovuta a cambiamenti delle abitudini alimentari, stress, alimentazione povera di fibre.

Stitichezza in gravidanza

Le variazioni ormonali possono, fin dai primi mesi di gravidanza, essere la causa di un rallentato movimento intestinale. Dal quarto mese di gravidanza, con l'aumento dell'utero che comprime il colon, l'uscita delle feci può risultare ancora più difficile.

Stitichezza nei bambini 

Quando nei bambini si verificano due evacuazioni o meno a settimana, si può sospettare che soffrano di stitichezza. Nel 90% dei casi dipende dall'introduzione di nuovi alimenti, da un minor apporto di fibre e acqua, dalla tendenza a trattenere le feci per paura del dolore durante l'evacuazione. Oppure, da stress emotivi, dal rifiuto di andare in bagno fuori casa o da pigrizia.

Quali sono i rimedi per la stitichezza?

Per combattere la stitichezza è consigliato consumare verdura ricca di acqua, come cetrioli e finocchi, frutta ad azione lassativa, come kiwi, prugne e mela, cereali integrali e legumi. Un ottimo rimedio è bere al mattino, a stomaco vuoto, circa 100 ml di acqua con il succo di mezzo limone e un cucchiaino di miele. 

Quando rivolgersi al medico?

Se la stitichezza si protrae per 3 settimane è il caso di rivolgersi al medico o al gastroenterologo per una visita completa. Prima di prescrivere esami diagnostici tenterà di risolvere la stitichezza con rimedi semplici come lassativi e fibre solubili.