Punture di insetti

Che cosa sono le punture di insetti?

Gli insetti non ti danno tregua? Le punture di vespe, api, zanzare, pulci e altri insetti, frequenti soprattutto d'estate, possono procurare fastidio, dolore e qualche volta sfociare in qualcosa di più grave. In genere gli insetti ti attaccano poiché avvertono un pericolo o semplicemente perché voglio cibarsi del tuo sangue. Alla puntura segue il rilascio di una sostanza che può essere irritante o velenosa, la quale scatena la risposta antinfiammatoria del tuo organismo e il rilascio dell’istamina, un composto organico che ti crea prurito e rossore in corrispondenza della zona interessata.

Quali sono i sintomi?

Se soffri di allergie o hai dei figli/nipoti piccoli è bene che tu faccia particolare attenzione alle punture di insetto. Infatti nel primo caso potresti andare incontro a uno shock anafilattico, mentre nel secondo parliamo di soggetti delicati, con una pelle che mostra bassa tollerabilità alle sostanze iniettate. Tra i sintomi più comuni trovi, come detto, bruciori, dolori, prurito e arrossamento, ma in caso di shock anafilattico puoi riscontrare anche:

  • nausea e conati di vomito
  • sudori freddi
  • pallore
  • aumento della temperatura corporea
  • respirazione affannosa
  • collasso cardio-circolatorio

Quali sono i rimedi?

Se vuoi prevenire la comparsa delle fastidiose punture, il consiglio è quello di optare per i comuni repellenti, preferibilmente a base naturale, che ti permettono di tenere lontane zanzare e altri insetti. Ne esistono di vari tipi, pensati per gli adulti o specificatamente per i bambini, in formato spray o nella versione crema. Questi prodotti sono in grado di attenuare la sensazione di prurito e al contempo di dare una sensazione di freschezza alla tua pelle.

Quale trattamento consigliamo?

Se vuoi proteggerti contro i morsi di insetto, fai riferimento all’ampia gamma di spray repellenti che trovi in commercio. Ne esistono di diverse tipologie, caratterizzati da una maggiore o minore durata, con funzione idratante o specifici per pelli delicate.

Tra i vari trattamenti ce ne sono alcuni pensati per i bambini, nel caso tu abbia figli o nipoti piccoli. Si tratta in particolare di cerotti capaci di diffondere essenze naturali repellenti, totalmente innocue, quindi non avrai bisogno di spalmare creme o di spruzzare sostanze sulla loro pelle delicata.

Se ciò che ti serve è invece un rimedio post-puntura, dai un’occhiata alle creme lenitive, indicate soprattutto per i bambini, o alle particolari penne roll-on, utili anche in caso di contatto con ortica e meduse.

Quando rivolgersi al medico?

Chiedi un consulto al tuo medico nel caso in cui la puntura di insetto tardi a regredire, quando dolore e prurito persistono e soprattutto quando ti sembra di riconoscere sintomi riconducibili allo shock anafilattico. L’intervento tempestivo di un dottore, in seguito a una puntura di insetto, potrebbe salvare la vita a te o ai tuoi cari.

Quali buone abitudini adottare?

Per ridurre al minimo la possibilità di essere punto:

  • cerca di evitare zone particolarmente ricche di insetti
  • copri la maggior parte della superficie del corpo con gli indumenti
  • utilizza un buon repellente per insetti, evitando le zone delicate (es. occhi)

Scopri i nostri prodotti per le Punture di Insetti