Piede diabetico

Che cos'è il piede diabetico?

Forse saprai che il piede diabetico rappresenta una delle più gravi complicanze date dal diabete. Si tratta di una patologia invalidante che, se trascurata, può portare alla comparsa di piaghe, ulcere e infezioni, anche molto gravi. Questa condizione può sfociare addirittura nella completa morte tissutale, conosciuta comunemente come cancrena.

Quali sono le cause?

Tra le principali cause che conducono al manifestarsi della patologia trovi in particolare:

  • la neuropatia diabetica
  • l’arteriopatia diabetica

La prima non consente al paziente di rendersi conto di eventuali danni in atto o del manifestarsi di stimoli nocivi o dolorosi a livello del piede. Questa insensibilità impedisce ad esempio di avvertire eccessivo calore o freddo.

La seconda determina un meccanismo di circolazione periferica inefficiente, perciò il sangue fa fatica ad arrivare fino ai piedi, i tessuti risultano meno ossigenati e tutti i processi riparativi subiscono forti rallentamenti.

Quali sono i sintomi e le complicanze?

I sintomi che potresti riscontrare in caso di piede diabetico sono ad esempio:

  • diminuita sensibilità
  • formazione di tagli, bolle o graffi
  • aumento della temperatura del piede
  • febbre
  • deformazione del piede
  • formicolio

Le piccole lesioni possono sfociare in ulcere più o meno gravi che, per via della scarsa ossigenazione dei tessuti, faticano a rimarginarsi e quindi a guarire. Nei casi più gravi le infezioni possono, come detto, diffondersi e portare alla morte dei tessuti, ossia alla cancrena.

Quali sono i rimedi?

Che sia tu a soffrire di questa patologia o ti prenda cura di qualcuno, ricorda innanzitutto di medicare con attenzione le eventuali ulcere. Solo in questo modo, infatti, le lesioni potranno regredire e quindi guarire. Utilizza medicamenti e bende sterili per arrestare le emorragie e proteggere i tessuti esposti dall’ingresso di microrganismi patogeni, in abbinamento a farmaci che favoriscano la rivascolarizzazione delle zone colpite, in particolare degli arti inferiori. Antidolorifici e analgesici potrebbero essere utili nel caso il male al piede dovesse risultare insopportabile.

Quale trattamento consigliamo?

Per i casi più complessi il medico ti consiglierà di assumere antibiotici ad ampio spettro, come metronidazolo e penicillina, tramite iniezioni endovena, mentre per le infezioni meno gravi è possibile optare per una terapia antibiotica ad assunzione orale. In farmacia trovi poi creme pensate specificatamente per questo genere di problema, che agiscono ad esempio contro calli e duroni. La secchezza della pelle del piede può infatti favorire la formazione di tagli e lesioni. Questi particolari balsami ammorbidiscono e idratano l’epidermide, riportandola alle sue condizioni fisiologiche.

Quando rivolgersi al medico?

Se soffri di diabete devi fare sempre attenzione a eventuali alterazioni avvertite a livello dei tuoi piedi. Diminuita sensibilità, traumi, graffi, ulcere, deformazione dei piedi, calli, formicolio alle gambe, dolori, prurito, sono tutti campanelli d’allarme che non possono e non devono essere trascurati. Ecco perché in questi casi è sempre una buona idea consultare il tuo medico di base, che valuterà poi la situazione e ti consiglierà sul da farsi. Anche una leggera febbre potrebbe essere sintomo di infezione, così come unghie incarnite ed eventuali macchie rosse sulla pelle delle gambe e dei piedi.

Scopri i nostri prodotti per il Piede Diabetico