Mal di gola

Che cos'è il mal di gola?

Il mal di gola, fra i disturbi infiammatori più diffusi, colpisce persone di ogni età anche se, in realtà, non esiste un unico tipo di mal di gola. In base agli organi colpiti si parla, rispettivamente, di faringite (infiammazione al primo tratto della gola), laringite (infiammazione della laringe, organo che unisce faringe e trachea), tracheite (la parte della gola che giunge ai bronchi) e tonsillite (gli organi posizionati ai lati della gola). 

Quali sono i sintomi del mal di gola?

I sintomi del mal di gola sono diversi a seconda dell'organo interessato. Nella faringite, nella maggior parte dei casi, l'infiammazione ha origine virale. A provocarla può anche essere una infezione batterica; quando ciò accade non è rara la comparsa di placche sulla mucosa. La laringite conduce inevitabilmente a un repentino abbassamento della voce, quando non alla completa afonia, e può accompagnarsi a tosse secca. Anche la tracheite è caratterizzata, nella fase iniziale, da una tosse stizzosa che, con il passare del tempo, tende a divenire grassa. Malessere generale e difficoltà respiratorie sono altri sintomi comuni della tracheite. La tonsillite, infine,oltre a sviluppare febbre alta e raffreddore con tosse, a causa del rigonfiamento delle ghiandoline, rende più complicato respirare e deglutire. Alcuni sono più predisposti a soffrire di mal di gola: si ricordano i fumatori di lungo corso, le persone allergiche ad acari e pollini chi è costretto a convivere con il reflusso gastroesofageo. 

Quali sono i rimedi per il mal di gola?

Fortunatamente, adottando alcune buone abitudini e ricorrendo ad alcuni rimedi naturali, è possibile prevenire il mal di gola o, quantomeno, a limitarne la portata. Aumentando il consumo di frutta e verdura il tuo organismo farà scorta di vitamine, in particolare di quelle dei gruppi A, C ed E, note per la capacità di rafforzare e stimolare le difese immunitarie. Anche diverse erbe si rivelano molto utili nel contrastare il mal di gola. Se la propoli svolge un'efficace azione antimicrobica contro virus e batteri, saranno a collutori contenenti cannella, eucalipto e liquirizia a dare immediato sollievo alla tua gola. E un bel cucchiaino di miele, sciolto in una tisana (o nel latte) avrà effetti benefici. Dovresti anche evitare il fumo e fare attenzione a non assumere bevande (e alimenti) eccessivamente calde, proteggere la gola dalle correnti d'aria e limitare la tua presenza in ambienti troppo secchi o, viceversa, troppo umidi. 

Quale trattamento consigliamo?

Per ottenere rapidi miglioramenti è importante agire su cause o sintomi del mal di gola mediante antisettici o antinfiammatori. I primi elimineranno la carica microbica che ha causato l'infiammazione; i secondi, dal canto loro, ridurranno il dolore. 

Quando devo rivolgermi al medico?

Normalmente, adottando i metodi indicati precedentemente, il mal di gola è destinato a scomparire nell'arco di 5/7 giorni. Qualora non notassi miglioramenti significativi un consulto medico sarà inevitabile. Non attendere oltre ai 4 giorni, invece, se hai riscontrato un peggioramento (comparsa della febbre o grave stato di prostrazione), o in caso di sopraggiunte gravi difficoltà nel respirare o nel deglutire. Anche la comparsa di eruzioni cutanee dovrebbe spingerti ad anticipare il consulto.