Mal d'orecchio

Che cos'è il mal d'orecchio?

Chiamato in gergo medico “Otalgia”, il mal d’orecchio è un fastidio/dolore che si avverte appunto a livello delle orecchie. In genere si tratta di un malessere generico, un disturbo che colpisce un po' tutti nel corso della vita, anche i bambini. Può presentarsi nelle forme di:

  • Otalgia primaria, quando il dolore è determinato da una problematica dello stesso orecchio
  • Otalgia secondaria, quando il disturbo dipende da patologie estranee all’orecchio

Il mal d’orecchio può presentarsi in forma più o meno intensa e può irradiarsi anche a livello del collo, della mandibola, della nuca e della mascella, in base alle tipologie. Il disturbo può infatti manifestarsi come un dolore continuo o intermittente, più profondo o superficiale, sordo o lancinante, può avere inizio all’improvviso in forma acuta o verificarsi in modo graduale, passando da un lieve fastidio a un’intensità sempre maggiore.

Quali possono essere le cause del mal d'orecchio?

L’otalgia può essere causata da vari fattori, che spaziano dal semplice tappo di cerume alla rottura del timpano, passando per:

  • adenoidi ingrossate
  • inserimento di oggetti all’interno dell’orecchio
  • infezioni
  • episodi di raffreddamento eccessivo
  • patologie a denti – gengive
  • malattie esantematiche
  • modifica repentina della pressione (ad esempio durante una scalata o un’immersione)
  • infiammazioni acute o croniche (es. tonsillite)
  • problemi all’articolazione mandibolare

Quali sono i sintomi?

Lo stesso mal d’orecchio rappresenta un possibile sintomo di una patologia già in atto e può essere accompagnato da:

  • mal di gola ed eventuale tosse
  • febbre
  • vie respiratorie intasate
  • riduzione temporanea della capacità uditiva
  • rossore, calore e gonfiore della zona dell’orecchio
  • otorragia, ossia emorragia a livello dell’orecchio
  • vertigini
  • ronzii

Quali sono i rimedi?

Il dolore all’orecchio può essere trattato e risolto sia puntando sui metodi naturali, come gli impacchi caldi da applicare sulla zona interessata, che su vari medicinali specifici. Tra i farmaci da banco consigliati in caso di mal d’orecchio ci sono diversi analgesici, sia nella formulazione in gocce (uso topico) che in quella in pastiglie (via orale).

Quale trattamento consigliamo?

Il miglior modo per liberarsi del mal d’orecchio è quello di comprendere quale sia la causa scatenante, per poi procedere alla sua eliminazione. I trattamenti spaziano dalla somministrazione di:

  • antivirali, per le infezioni date dalla presenza di virus
  • antimicotici, per le infezioni da miceti
  • antibiotici, per le infezioni batteriche
  • antidolorifici e antinfiammatori

Quali accorgimenti adottare?

Alcuni comportamenti quotidiani possono contribuire a prevenire la comparsa del dolore alle orecchie. Ad esempio è sempre bene:

  • evitare di esporsi a rumori troppo forti
  • valutare con attenzione la possibilità che possa verificarsi un cambiamento repentino di pressione
  • asciugare con cura le orecchie dopo una doccia o un tuffo in piscina/mare
  • non esagerare con l’utilizzo dei cotton-fioc

Quando rivolgersi al proprio medico?

In caso di dolore persistente all’orecchio, soprattutto se non si riesce ad individuare autonomamente la causa scatenante, è sempre bene consultare il proprio medico di base. Egli sarà infatti in grado di valutare ogni sintomo e se necessario di consigliare uno specialista, il quale potrà poi decidere se eseguire delle indagini diagnostiche più approfondite.