Cartilagine del ginocchio consumata

Problemi cartilagine del ginocchio

Devi fare i conti ogni giorno con problematiche relative alle tue articolazioni? Ricorda che non sei solo! Queste patologie sono, infatti, molto comuni e una delle più diffuse riguarda le ginocchia. Questo disturbo in genere dipende dall’eccessiva usura della cartilagine, ma anche dagli effetti di processi osteoartrosici sull'osso sub-condrale e sulla membrana sinoviale.

La cartilagine è un tessuto di sostegno di tipo connettivo, estremamente flessibile e divisibile in 3 aree:

  • menisco laterale
  • menisco mediale
  • cartilagine articolare

Questo tessuto, che si interpone tra femore, tibia e rotula, quando sollecitato produce il cosiddetto liquido sinoviale, una sostanza lubrificante che aiuta le ossa a scorrere con facilità all’interno dell’articolazione. L’assottigliamento della cartilagine porta a una diminuzione della sintesi di liquido, allo sfregamento delle ossa e quindi al relativo dolore, che può peggiorare con il tempo.

Quali sono i sintomi della mancanza di cartilagine al ginocchio?

I sintomi riconducibili alla degenerazione del tessuto cartilagineo, o a una sua totale assenza, sono vari e non sempre si associano a episodi dolorosi. Tra questi i più comuni sono:

  • rigidità articolare
  • fastidio nella zona interessata
  • tumefazione più o meno evidente
  • difficoltà durante la deambulazione
  • eventuale dolore, di intensità variabile

Quali cure in caso di usura della cartilagine del ginocchio?

Esistono diverse strade da percorrere nel caso tu voglia tentare di risolvere le problematiche che colpiscono le tue ginocchia. Queste sono nello specifico:

  • intervento chirurgico
  • terapia non chirurgica
  • tecniche di nuova generazione, che mirano a rigenerare la cartilagine

La prima opzione si rivolge in particolare ai pazienti più giovani, magari atleti che abbiano subito un infortunio più o meno grave e abbiano buone probabilità di riprendersi completamente. Le terapie non chirurgiche sono indicate per i soggetti meno giovani e sono soprattutto di tipo conservativo, ossia mirano a ridurre il processo degenerativo e a rinforzare la muscolatura che sostiene l’articolazione. La medicina rigenerativa prevede vari approcci:

  • ingegneria tissutale
  • impiego di condrociti (cellule cartilaginee) di tipo autologo (quindi appartenenti allo stesso organismo) di I e II generazione

Quale terapia per l'usura alla cartilagine del ginocchio?

Esistono numerose terapie, più o meno efficaci, per la cura delle problematiche al ginocchio. Tra queste trovi:

  • impiego di FANS (Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei) previa prescrizione medica
  • infiltrazioni di specifici fattori di crescita
  • fisiokinesiterapia, trattamento fisioterapico utile per la riabilitazione motoria del ginocchio
  • viscosupplementazione, infiltrazioni locali di acido ialuronico, utili a implementare la funzionalità articolare

I rimedi per l'usura della cartilagine del ginocchio

A completare il quadro trovi, in farmacia, alcuni prodotti naturali e integratori da associare alle varie terapie ortopediche. Alcune di queste sostanze sono, ad esempio:

  • la glucosamina, presente all’interno di specifici integratori, può essere impiegata per la cura dell’artrite ed è utile per rendere la cartilagine più robusta, andando al contempo ad implementare la quota di liquido sinoviale presente attorno all’articolazione
  • l’argilla, usata per eseguire impacchi capaci di minimizzare l’infiammazione al ginocchio
  • la cartilagine di squalo, presente in polvere all’interno di integratori ad attività antinfiammatoria, pare sia in grado di favorire la rigenerazione cartilaginea nell’uomo