Bruciore di stomaco

Cos'è il bruciore di stomaco?

Il cosiddetto bruciore di stomaco è una condizione che affligge tantissime persone e può dipendere da più fattori. È chiamato anche acidità gastrica o pirosi, e in genere si manifesta con un bruciore diffuso a livello dello stomaco, che può anche creare fastidiose e dolorose ondate in risalita verso la gola. Tra i sintomi più comuni trovi: digestione lenta, reflussi acidi, vomito e alitosi.

Come si sviluppa il bruciore di stomaco?

I bruciori e l’acidità di stomaco possono essere di diverse tipologie, che spaziano dai disturbi occasionali a quelli cronici. Le cause sono tante, dai cibi pesanti ai pasti abbondanti, passando per l’assunzione di farmaci, il fumo, l’alcol e lo stress. Tra le varianti di pirosi trovi:

  • gastrite acuta, episodio infiammatorio che si manifesta in seguito all’ingestione di farmaci, alimenti, alcol o all'inalazione del fumo di sigaretta
  • ulcera gastrica, compare immediatamente dopo il pasto e causa forti dolori
  • ulcera duodenale, gastrite cronica che si manifesta anche lontano dai pasti
  • MRGE (Malattia da Reflusso Gastro-Esofageo), il bruciore interessa anche le parti più alte dell’apparto digerente, passando per l’esofago e spingendosi fino alla bocca.

Che cosa aiuta contro il bruciore di stomaco e come si previene?

Cura la dieta preferendo pasti frequenti e non abbondanti, oltre che alimenti semplici da digerire e da processare. Evita inoltre tutte quelle bibite che potrebbero stimolare la secrezione acida dello stomaco, come la Coca Cola e i succhi di frutta. Altri consigli utili se soffri di acidità di stomaco sono i seguenti:

  • evita di bere caffè
  • mastica ogni boccone lentamente
  • elimina i cibi fritti
  • consuma la frutta a merenda, lontano dai pasti, poiché potrebbe creare gonfiore addominale
  • non fumare

Quali farmaci aiutano contro il bruciore di stomaco?

I farmaci consigliati dai medici in presenza di bruciore gastrico sono di 4 tipologie:

  • antiacidi, neutralizzano temporaneamente l’eccesso di sostanze acide
  • antiescretivi, abbassano la quota di secrezione acida a livello dello stomaco
  • gastroprotettori, proteggono le pareti dello stomaco dalle sostanze acide
  • procinetici, prevengono il reflusso e favoriscono lo svuotamento gastrico

Quando andare dal medico?

Bruciori di stomaco persistenti richiedono un consulto immediato, tuttavia è sempre meglio interpellare il medico anche quando i sintomi sono di lieve entità, poiché se trascurati o trattati nella maniera sbagliata potrebbero portare a conseguenze anche molto gravi. Sarà poi lui a consigliarti sul da farsi.

Quali trattamenti consigliamo?

Per ottenere un sollievo immediato puoi bere del latte o utilizzare il bicarbonato di sodio, ma attenzione a non esagerare perché arriveresti solo a peggiorare la situazione. Inoltre non assumere bicarbonato se soffri di ipertensione, insufficienza renale o se stai affrontando una gravidanza. L’acidità di stomaco può essere trattata anche con prodotti a base di piante, come la menta, il finocchio, il carciofo, il cardo, la genziana maggiore, la camomilla e l’aloe. A questi vanno poi ad aggiungersi i trattamenti farmacologici menzionati in precedenza.

Bruciore di stomaco in gravidanza

Durante gli ultimi 3 mesi di gravidanza potresti soffrire di bruciori di stomaco, cattiva digestione e reflussi, problematiche legate ai mutamenti del tuo corpo, alla presenza sempre più ingombrante del bambino e alle oscillazioni ormonali. Si tratta di disturbi che scompariranno dopo la nascita e che possono essere trattati:

  • curando la dieta
  • facendo attività fisica
  • affidandosi alle piante officinali

Scopri i nostri prodotti per il Bruciore di Stomaco